Vinyl & Co.: le mini-serie più attese del 2016

 

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato dei 100 film più attesi del 2016 – ora è giunto il momento di comporre una lista con le mini-serie più importanti, che verranno messe in onda nei prossimi mesi, dalle emittenti TV inglesi ed americane – capitanate dalla HBO, sempre in prima linea con ben 4 sceneggiati, che (ne siamo sicuri) faranno il pieno di ascolti ed incetta di premi. Oltre a progetti interessanti come Rebellion (Sundance TV), Close To The Enemy (Starz) e i ritorni di Top Of The Lake e il capitolo finale di Looking, senza dimenticare i nuovi, attesi ritorni di Luther e Sherlock e quella che si preannuncia la bomba ad orologeria più esplosiva del tubo catodico per il 2016, Vinyl. Noi ne abbiamo scelti 15, nell’attesa di impreziosire i nostri (e vostri) menù tele-mediatici con queste prelibatezze da piccolo schermo.

 

 

American Crime
Network: ABC.
Cast: Timothy Hutton, Felicity Huffman, W. Earl Brown, Regina King, Penelope Ann Miller, Benito Martinez, Gwendoline Yeo, Lily Taylor, Richard Cabral.

 

american_crime_tv_series-1920x1200

 

Serie antologica creata da John Ridley, premio Oscar per la sceneggiatura di 12 Years A Slave. La prima stagione, trasmessa dalla ABC, ha racimolato nomination ad Emmy e Golden Globes, diventando una delle mini-serie più apprezzate dell’anno, ed è stata confermata per una seconda stagione che partirà in questi giorni. La serie si incentra sull’omicidio di un veterano di guerra e le complicazioni che seguono, dal punto di vista giudiziario, politico e sociale, vissute attraverso le vite dei vari personaggi. Reperibile in Italia tramite TimVision.

 

 

American Crime Story: The People Vs. O.J. Simpson
Network: FX.
Cast: Cuba Gooding Jr., Sarah Paulson, John Travolta, David Schwimmer, Nathan Lane, Selma Blair, Courtney B. Vance, Connie Britton, Billy Magnussen.

acsthepeoplevsoj

 

Dopo i successi di American Horror Story, la coppia d’oro della FOX Ryan Murphy e Brad Falchuck torna con un’altra serie antologica, questa volta incentrata su fatti di cronaca nera che hanno fatto la storia del (mal)costume americano. E quale caso giudiziario se non il più clamoroso? O.J. Simpson, star del football e mito americano, accusato di aver ucciso la moglie Nicole Brown e il maggiordomo Ronald Lyle Goldman nel 1994, diventato poi il processo più seguito nella storia USA e che creò un vero e proprio caso mediatico negli anni ’90. Cast da urlo per il debutto della serie, una delle più attese in assoluto, prevista per il 6 febbraio.

 

 

Big Little Lies
Network: HBO
Cast: Nicole Kidman, Reese Witherspoon, Shailene Woodley, Laura Dern, James Tupper, Alexander Skarsgard, Kathryn Newton, Zoe Kravitz.

BIG LITTLE LIES jacket.JPG

 

Tratto dal romanzo di Liane Moriarty, una black dramedy diretta dal lanciatissimo Jean-Marc Valleè (Dallas Buyers Club, Wild). E’ la storia di tre donne nella più profonda provincia americana, i cui destini saranno indelebilmente legati da una serie di eventi drammatici che ne segneranno le vite. A metà tra Desperate Housewives e Precious, per un cast che va definendosi e arricchendosi di giorno in giorno, e le cui riprese sono fissate per febbraio e la cui uscita è prevista per l’autunno.

 

 

Codes Of Conduct
Network: HBO
Cast: Devon Terrell, Paul Dano, Helena Bonham Carter, Sam Reid, Rebecca Hall, Laura Herrier.

Steve-McQueen-HBO-620x400

 

Dalla mente di Steve McQueen (qui anche regista), una mini-serie in 6 episodi sulle vicende di un giovane afro-americano dal passato misterioso, che entrerà – creando non poco scompiglio – nelle vite dell’agiata società alto-borghese di New York. Doveva già uscire nel 2015, ma la HBO ha preferito rimandare la messa in onda a quest’anno – per differenze creative con l’autore di Shame? O per pianificare una promozione più accanita? – ma senza ancora una data di uscita certa. Ennesimo ritorno della Bonham Carter in TV, mentre per McQueen è il debutto assoluto.

 

 

Fargo – Season 2
Network: FX.
Cast: Patrick Wilson, Kirsten Dunst, Jesse Plemons, Ted Danson, Jean Smart, Cristin Milioti, Jeffrey Donovan, Nick Offerman, Kieran Culkin, Elizabeth Marvel.

fargo-season-2

 

Già in onda su SKY in queste settimane e già nominatissima, seconda stagione della serie creata dai fratelli Coen in collaborazione con FX. Siamo sempre in Minnesota, ma alla fine degli anni ’70, nella stessa area circoscrizionale in cui era ambientata la prima, meravigliosa stagione: una potente famiglia criminale vede il proprio impero in pericolo dopo la scomparsa del rampollo di famiglia, ucciso in un incidente d’auto dopo un incarico (compiuto a dir poco disastrosamente). Indagano gli agenti Lou Solverson e Hank Larsson. Imperdibile.

 

 

The Night Manager
Network: AMC.
Cast: Tom Hiddleston, Hugh Laurie, Elizabeth Debicki, Tom Hollander, Olivia Colman, David Avery.

tom_nightmanager2-1748x984

 

Tratto dall’omonimo romanzo di John Le Carrè e diretto da Susanne Bier, The Night Manager seguirà il soldato Jonathan Pine, reclutato per indagare sui loschi traffici d’armi tra l’intelligence britannica e quella USA, che porteranno alle macchinazioni dell’ambiguo e spietato Richard Roper, a capo di una pericolosa organizzazione criminale. Sei episodi in arrivo il 16 aprile che segneranno il ritorno al piccolo schermo del Dr. Gregory House.

 

 

Roots
Network: History Channel.
Cast: Forest Whitaker, Malachi Kirby, Anna Paquin, Jonathan Rhys Meyers, Laurence Fishburne, Kathie McGuinness, Shannon Lucio.

roots

 

Il leggendario Radici di Alex Haley rivive grazie alla trasposizione diretta, tra gli altri, da Bruce Beresford (A Spasso Con Daisy) e Mario Van Pebbles (Boardwalk Empire). Storia di Kunta Kinte – antenato dello stesso Haley – originario della Gambia e catturato all’età di 16 per poi essere deportato in Virginia, dove venne venduto come schiavo; la storia continua trattando anche le future generazioni di Kinte. Il piccolo schermo aveva già trasportato in serial il libro, con Roots (1977) e Roots: The Next Generation (1979), ma qui il progetto sembra ancora più sfarzoso, con messa in onda simultanea su History Channel, Lifetime e A&E.

 

 

 

Stranger Things
Network: Netflix.
Cast: Winona Ryder, Matthew Modine, David Harbour, Charlie Heaton, Natalie Dyer.

montauk-starry-night-william-jobes

 

Montauk, anni ’80: quando il figlio scompare, una donna si vedrà costretta a fronteggiare temibili forze sovraumane per riaverlo indietro. Poco altro si sa su questo nuovo progetto targato Netflix, mini-serie che mischierà sci-fi, dramma e horror con ambizioni da serial. I fratelli Duffer, artefici del tanto vituperato Wayward Pines per la Fox, creano qui un prodotto supervisionato da Shawn Levy, cavalcando l’onda nostalgica degli anni ’80 e un genere mai come ora in voga, un po’ Twin Peaks, un po’ Breakfast Club. E con Stranger Things, che sia arrivato il tanto agognato momento di veder finalmente brillare nuovamente la stella di Winona Ryder, qui protagonista assoluta, da troppo tempo sottotono, ma che grazie alla TV ha già ricominciato a carburare (Show Me A Hero per la HBO, ma anche il biopic su Lois Wilson per la Lifetime nel 2010)?

 

 

 

Taboo
Network: BBC.
Cast: Tom Hardy, Jonathan Pryce, Michael Kelly, David Hayman, Oona Chaplin, Leo Bill.

tom-hardy

 

Steven Knight (Eastern Promises, Peaky Blinders) aveva già collaborato con Hardy nel meraviglioso Locke del 2013. In questo serial per la BBC – già attaccatissima da alcuni storici per l’inaccurata descrizione della famigerata Compagnia delle Indie – collaborano nuovamente per narrare le vicissitudini di James Keziah Delaney, avventuriero inglese di ritorno dall’Africa per vendicare l’omicidio del padre, con qualche scheletro nell’armadio di troppo. Otto episodi prodotti. Fra gli altri, dallo stesso Hardy e Ridley Scott.

 

 

 

Vinyl
Network: HBO.
Cast: Bobby Cannavale, Olivia Wilde, Ray Romano, Jack Quaid, Juno Temple, Andrew Dice Clay, Max Casella.

vinyl

 

Pronti per un San Valentino tutto sesso (si spera), droga e rock & roll? Perché è dalla sua passione smodata per la scena musicale dei ’70 che Martin Scorsese ha creato Vinyl, storia in 8 episodi su un produttore discografico che affida ad un gruppo rock il rilancio della propria etichetta. Riff storici, colonna sonora a prova di bomba, la moda, gli eccessi, il mood del 1973 rivivranno in questa mini-serie (in onda dal 14 febbraio, appunto) che non si prepara solo ad essere manifesto di un’intera generazione, ma anche affresco vivido e penetrante di un’epoca che ancora fa sognare. Idea di Mick Jagger, qui consulente (e chi meglio di lui) e produttore, con sceneggiatura firmata da Terence Winter (già al lavoro con Scorsese in Boardwalk Empire e The Wolf Of Wall Street). Dai, che manca poco.

 

 

 

War And Peace
Network: BBC.
Cast: Paul Dano, Lily James, James Norton, Jessie Buckley, Aisling Loftus, Jack Lowden, Tuppence Middleton, Gillian Anderson, Greta Scacchi, Jim Broadbent.

 

624

Ennesima trasposizione del capolavoro di Tolstoj, è vero, ma sembra che la serie prodotta dalla BBC – già andata in onda in UK, e pronta ad invadere gli schermi americani con tre reti che trasmetteranno lo sceneggiato simultaneamente a partire dal 18 gennaio – sia di ottima fattura, stando alle prime recensioni. Noi non vediamo l’ora di assistere all’adattamento, nato dalla penna di Andrew Davies (in precedenza all’opera su mini-serie come Orgoglio E Pregiudizio, Bleak House e Little Dorritt) e diretto da Tom Harper (Misfits, Peaky Blinders), per quello che si prospetta un anno meraviglioso per il bravissimo, e troppo a lungo sottovalutato, Paul Dano, sia al cinema che in TV.

 

 

 

Westworld
Network: HBO.
Cast: Anthony Hopkins, Ed Harris, Evan Rachel Wood, James Mardsen, Jeffrey Wright, Thandie Newton, Ben Barnes, Clifton Collins Jr., Rodrigo Santoro, Tessa Thompson.

doohnwrza3okwrxcswip

 

Ispirato al romanzo di Michael Crichton, doveva uscire nel 2015, ma riprese aggiuntive e risvolti produttivi ne hanno rimandato il debutto a quest’anno. Le vicende di un futuristico parco – il Westworld del titolo – fungono da intreccio per questo serial, vero e proprio kolossal per il piccolo schermo, dove temi come l’esistenza artificiale e l’invasione della tecnologia vengono sviluppati e trattati dalla mente di Jonathan Nolan, qui produttore assieme a J.J. Abrams e Bryan Burk. Nomi altisonanti e cast da capoogiro, la HBO ha annunciato la messa in onda per quest’anno, ma le date di uscita sono ancora avvolte nel mistero.

 

 

 

The X-Files
Network: FOX.
Cast: Gillian Anderson, David Duchovny, Mitch Pileggi, Annabeth Gish, William B. Davis, Bruce Harwood.

x_files_returns_2016

 

Uno dei ritorni TV più attesi dell’anno. La FOX ha deciso di riesumare i due leggendari Mulder e Scully per una nuova missione ai limiti del paranormale: indagare su una donna rapita dagli alieni. La serie creata da Chris Carter ha esplorato per ben 9 stagioni, 2 film e diversi speciali alieni, miti, leggende, incontri ravvicinati, creature mostruose ed teorie complottiste diventando non solo un cult assoluto, ma uno dei più longevi e premiati prodotti televisivi nella storia; naturale che i fans reclamassero a gran voce il ritorno di Gillian Anderson e David Duchovny – nonostante i reciproci impegni: lui in Aquarius, lei in Hannibal e The Fall – e che la FOX tornasse sul luogo del crimine, nonostante il flop di Voglio Crederci (2008). L’attesa è quasi terminata: Sky trasmetterà la serie dal 26 gennaio prossimo.

 

 

 

The Young Pope
Network: Sky Atlantic.
Cast: Jude Law, Diane Keaton, James Cromwell, Cecile De France, Ludivine Saigner, Silvio Orlando.

cover1300

 

Cast e produzione dal respiro internazionale per il debutto di Paolo Sorrentino nel piccolo schermo. Sky Atlantic, in collaborazione con Canal+ ed HBO, produrrà 8 episodi della serie, incentrata sul personaggio di Lenny Belardo, prelato da poco eletto Papa e in difficoltà a gestire le nuove responsabilità sopraggiunte con l’elezione. Ad aiutarlo nell’impresa, la suora di origini americane che per anni ha tramato affinchè Lenny venisse investito del titolo, Sister Mary. Riprese da poco terminate a Cinecittà, con data di uscita plausibilmente fissata per l’autunno.

 

 

 

11.22.63
Network: Hulu.
Cast: James Franco, Chris Cooper, Josh Duhamel, Sarah Gadon, T.R. Knight, Cherry Jones, George McKay, Daniel Webber, Lucy Fry.

112263

 

Tratto dal romanzo di Stephen King e prodotto da J.J. Abrams. Jake Epping, professore di liceo, viene coinvolto in un’incredibile missione: viaggiare nel tempo per evitare che il Presidente Kennedy venga assassinato. Ma non sarà facile seguire il piano, una volta catapultato nei magici anni ’60. Che Franco avesse il dono dell’ubiquità lo sospettavamo, visto l’incredibile ammasso di progetti che lo vedono coinvolto; siamo meno sicuri sulla qualità di questi stessi progetti, che lo vedono impegnato su diversi fronti, dalla recitazione alla regia. Su questo, pochi dubbi. Debutto previsto per il 26 febbraio.

 

 

 

E.V.
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale

Annunci